eutanasialegale

Martedì, 7 Novembre, 2017 - 11:48
Cappato ed Englaro: "Sul Biotestamento manca volontà politica"
Al convegno “Le scelte di fine vita nella legislazione italiana” tenutosi ieri a Milano, Cappato ed Englaro: "Sul biotestamento manca la volontà politica".

Cappato ed Englaro: "Sul Biotestamento manca volontà politica"

"Quando una legge ha un consenso che è almeno del 70% della popolazione, il problema sta nella volontà politica dei capi di partito". Questo il pensiero di Marco Cappato sulla legge riguardante il testamento biologico. Lo ha espresso ieri a Milano a margine dell’incontro organizzato dall’Associazione Luca Coscioni.

"C’è un problema di democrazia" ha continuato Cappato, "in 32 anni non si è riusciti ad approvare nemmeno il testamento biologico che è il minimo, ossia il recepimento di quanto la giurisprudenza ha già stabilito essere un diritto".

Della stessa opinione Beppino Englaro: "Oggi l'opinione pubblica è ben informata. E' l'inerzia del legislatore che mi preoccupa". "Un tempo - ha continuato Englaro - ho trovato il deserto anche nell'opinione pubblica, rispetto alla libertà e al diritto di Eluana di autodeterminarsi. Ora ci sono tutte le premesse se vogliono" affinchè il provvedimento sia approvato in Senato, "manca solo la volontà politica".

Mentre il Senato evita la discussione della legge, domani Cappato si presenterà alla Corte d’Assise di Milano per l’avvio del processo a suo carico per aver aiutato Dj Fabo a raggiungere la Svizzera. Cappato, nel portare avanti la sua disobbedienza civile, ha chiesto il giudizio immediato. Ora rischia fino a 12 anni di carcere.

SOSTIENI ANCHE TU LA DIFESA DI CAPPATO!