eutanasialegale

Giovedì, 11 Maggio, 2017 - 11:59
Dj Fabo: 6 luglio udienza per Cappato
Il gip potrà accogliere la richiesta di archiviazione o rinviare Cappato a giudizio.

Dj Fabo: 6 luglio udienza per Cappato

Marco Cappato, promotore della campagna Eutanasia Legale, ha accompagnato Dj Fabo, cieco e tetraplegico dopo un grave incidente, in una struttura svizzera per ottenere il suicidio assistito.

Le pm ne hanno chiesto l’archiviazione e il gip milanese Luigi Gargiulo, respingendo la richiesta sulla base dell'articolo 409 del codice penale,  ha scelto di fissare un’udienza di discussione tra le parti il 6 luglio.

Nella richiesta di archiviazione le pm Tiziana Siciliano e Sara Arduini avevano argomentato che «le pratiche di suicidio assistito non costituiscono una violazione del diritto alla vita quando siano connesse a situazioni oggettivamente valutabili di malattia terminale o gravida di sofferenze o ritenuta intollerabile o indegna dal malato stesso». Per i pm la giurisprudenza «ha inteso affiancare al diritto alla vita tout court il diritto alla dignità della vita inteso come sinonimo dell’umana dignità».

A seguito dell’udienza il gip potrà accogliere o respingere l’archiviazione definitivamente. In caso di accoglimento saranno archiviate le indagini, in caso di respingimento vi sarà invece il rinvio a giudizio per Cappato.

Ricordiamo che Marco Cappato ha accompagnato Fabiano in Svizzera con un’azione di disobbedienza civile. Si è infatti autodenunciato per l’accompagnamento, autodenuncia reiterata anche da Mina Welby che ha accompagnato in Svizzera Davide Trentini.