eutanasialegale

Giovedì, 6 Aprile, 2017 - 15:48
Testamento biologico: nuovo rinvio della Camera, dopo il 19 aprile
Salve dagli emendamenti idratazione e nutrizione artificiali quali terapie rifiutabili, ma la Camera opera un nuovo rinvio. Matteo Mainardi spiega cosa sta accadendo in Aula nella discussione sul testamento biologico.

Testamento biologico: nuovo rinvio della Camera, dopo il 19 aprile

Il 4 e 5 aprile sono state due giornate dense per i deputati che hanno iniziato l'esame degli emandamenti al testo sul Testamento Biologico arrivando, dopo 38 votazioni, a completare (quasi) il primo articolo della legge, quello sul consenso informato. Siamo dunque poco sopra la metà degli emendamenti da discutere prima di passare all'approvazione del testo.

Tra le notizie da segnalare:

- il Governo si è rimesso totalmente al Parlamento su questa tematica;
- è stata eliminata dalla legge la "tutela alla vita" sostituendola con il "diritto alla vita, alla dignità, alla salute e all'autodeterminazione";
- è stata difesa la possibilità di rifiutare o revocare le terapie di idratazione e alimentazione artificiali;
- il gruppo di Forza Italia ha chiesto il voto segreto su tre votazioni, ma questo non ha fatto cambiare i numeri dei favorevoli alla legge;
- le componenti del gruppo Misto, UDC e Conservatori e Riformisti, hanno già finito il tempo a disposizione per intervenire ed anche il tempo aggiuntivo accordatogli, quindi d'ora in poi i deputati delle due componenti potranno intervenire solo per un minuto sugli emendamenti non sottoscritti;
- anche Lega Nord, AP-NCD e Forza Italia hanno finito il proprio tempo. La Presidenza ha messo loro a disposizione tempo extra: la metà di quello che hanno già usato.

Seppur nelle ultime sedute la Camera sia andata spedita nell'esame degli emendamenti, chi aspetta una legge non può ancora stare tranquillo. Mentre si va verso il termine della legislatura, i parlamentari hanno deciso di rinviare il provvedimento di almeno altre due settimane. Se ne riparlerà dopo il 19 aprile.