10-12-2015

Giornata diritti umani: aumenta il sostegno per il diritto a una morte "opportuna"

Giornata diritti umani: aumenta il sostegno per il diritto a una morte "opportuna"

Oggi si celebra la giornata mondiale dei diritti umani mentre cresce dall'Italia il consenso per il diritto a una morte "opportuna" - come definiva l'eutanasia il radicale Piergiorgio Welby -, ma continua il silenzio e l'inerzia da parte del Parlamento.

La proposta di legge di iniziativa popolare fu depositata dal Comitato Eutanasia legale con oltre 67mila firme a settembre 2013. Da allora i firmatari, raccolti su eutanasialegale.it,  sono diventati 103mila, ai quali si aggiungono 160mila sostegni all'appello di Mina Welby su Change.org.

Tra i firmatari, oltre a Margherita Hack che fu tra i primissimi ad aderire, ricordiamo anche Vasco RossiRoberto SavianoUmberto VeronesiCorrado AugiasFurio ColomboMara MaionchiSelvaggia LucarelliVittorio FeltriFilippo Facci e tanti altri. Proprio un anno fa, 70 tra personalità, malati e cittadini alternarono le loro voci in un nostro video [https://www.youtube.com/watch?v=gCfM2mEVQ8g] di 3 minuti, che è rimasto da allora un punto di riferimento per i sostenitori della legalizzazione.

Il Parlamento italiano, in violazione del dettato costituzionale che affida anche al popolo l'esercizio dell'iniziativa delle leggi, non ha ancora calendarizzato la proposta di legge, nonostante i forti richiami dell'allora Presidente della Repubblica Napolitano e le prese di posizione del Presidente Mattarella e della Presidente Boldrini. 

Mentre la maggioranza dei Gruppi parlamentari impediscono la discussione, sono molti i singoli Parlamentari ad aver preso posizione: al momento 225 tra Deputati e Senatori hanno chiesto la calendarizzazione delle proposte sul finevita, e 109 di loro hanno formalizzato l'adesione all'intergruppo per l'eutanasia e il testamento biologico.

Da marzo 2015, Marco Cappato, Mina Welby e Gustavo Fraticelli hanno fornito pubblicamente informazioni e aiuto per ottenere il suicidio assistito in Svizzera a 85 persone.

Articoli Recenti